AUDIT REACH

Il regolamento REACH coinvolge a vario titolo tutti gli attori della catena d’approvvigionamento di sostanze e miscele e gli obblighi da esso dettati sono numerosi e dilazionati nel tempo.
Le Autorità competenti per i controlli e la vigilanza dello stato di implementazione del regolamento REACH hanno avviato su tutto il territorio nazionale le attività ispettive richieste a livello europeo dall’ECHA (Agenzia europea delle sostanze chimiche).
ITER TECH Srl, pensando alle diverse esigenze aziendali, propone specifici AUDIT alla imprese che vogliono verificare lo stato di implementazione del regolamento REACH, il rispetto delle procedure di autorizzazione e restrizione, nonché il controllo di eventuali SVHC presenti.


I nostri AUDIT sono:
AUDIT REACH fabbricanti e importatori
AUDIT REACH utilizzatori a valle
AUDIT SDS


 

AUDIT FABBRICANTI e IMPORTATORI

Obiettivo dell’audit: supportare l’azienda nel processo di conseguimento della piena conformità alle disposizioni del regolamento REACH.
Durata: 6 ore (4 ore di verifica documentale + 2 ore di formazione)
Modalità di svolgimento: il piano di audit prevede una riunione iniziale con i nostri esperti per la definizione degli obiettivi da raggiungere e la messa a punto del programma di verifica del livello di implementazione del regolamento REACH in relazione alle attività svolte dall’azienda nella sua qualità di fabbricante/importatore di sostanze chimiche.
Funzioni aziendali coinvolte: responsabili della gestione sostanze, responsabili acquisti, responsabili della redazione di SDS, responsabili HSE, responsabili REACH/CLP.
Aspetti oggetto di verifica:
- quantitativi fabbricati ed importati;
- eventuale obbligo di pre-registrazione e registrazione con relative scadenze;
- eventuale obbligo di notifica per le sostanze contenute in articoli;
- correttezza della pre-registrazione (uso e quantitativi);
- presenza delle sostanze in “candidate list” ed eventuale richiesta di autorizzazione;
- restrizione degli usi delle sostanze e corretto impiego.
Documentazione finale rilasciata: relazione di audit contenente le eventuali azioni correttive da mettere in atto, documentazione utilizzabile in caso di visita ispettiva.
Programma di formazione: l’attività verterà sulle principali disposizioni previste dal REACH in relazione al ruolo svolto dall’azienda all’interno della catena di approvvigionamento dei “chemicals”, sulle modalità di controllo da parte degli organi preposti e sul regime sanzionatorio.

 

 

AUDIT UTILIZZATORI A VALLE

Obiettivo dell’audit: supportare l’azienda nel processo di conseguimento della piena conformità alle disposizioni del regolamento REACH.
Durata: 4 ore (3 ore di verifica documentale + 1 ora di formazione)
Modalità di svolgimento: il piano di audit prevede una riunione iniziale con i nostri esperti per la definizione degli obiettivi da raggiungere e la messa a punto del programma di verifica del livello di implementazione del regolamento REACH in relazione alle attività svolte dall’azienda nella sua qualità di utilizzatore a valle di sostanze chimiche.
Funzioni aziendali coinvolte: responsabili della gestione sostanze, responsabili acquisti, responsabili della redazione di SDS, responsabili HSE, responsabili REACH/CLP.
Aspetti oggetto di verifica:
- check list delle sostanze utilizzate;
- avvenuta pre-registrazione o registrazione;
- eventuali autorizzazioni o restrizioni per l’uso della sostanza;
- comunicazione a monte della catena degli usi identificati;
- conformità con lo scenario di esposizione;
- necessità di redigere un CSR (uso non identificato, >10 ton/a);
- predisposizione di documentazione interna ad uso dei lavoratori;
- valutazione delle informazioni disponibili per una corretta gestione dei rischi connessi alle sostanze per cui non è prevista una SDS.
Documentazione finale rilasciata: relazione di audit contenente le eventuali azioni correttive da mettere in atto, documentazione utilizzabile in caso di visita ispettiva.
Programma di formazione: l’attività verterà sulle principali disposizioni previste dal REACH in relazione al ruolo svolto dall’azienda all’interno della catena di approvvigionamento dei “chemicals”, sulle modalità di controllo da parte degli organi preposti e sul regime sanzionatorio.

 

 

AUDIT SDS

Obiettivo dell’audit: supportare l’azienda nel processo di conseguimento della piena conformità alle disposizioni del Regolamento n. 453/2010.
Durata: 4 ore (3 ore di verifica documentale + 1 ora di formazione)
Modalità di svolgimento: il piano di audit prevede una riunione iniziale con i nostri esperti per la definizione degli obiettivi da raggiungere e la messa a punto del programma di verifica del livello di implementazione del Regolamento n. 453/2010 sulle modalità di redazione delle Schede Dati di Sicurezza (SDS).
Funzioni aziendali coinvolte: Responsabili della gestione sostanze, responsabili acquisti, responsabili per la redazione di SDS, responsabili HSE, responsabili REACH/CLP.
Aspetti oggetto di verifica:
- check list delle sostanze/miscele per cui è prevista la SDS;
- check list delle sostanze/miscele per cui non è prevista la SDS;
- conformità delle SDS alle prescrizioni dettate dal Regolamento n. 453/2010 (16 punti, lingua di redazione della SDS, inversione dei punti 2 e 3, e-mail della persona competente, ecc.);
- identificatori della sostanza (art. 18 reg. CLP);
- presenza del numero di registrazione;
- classificazione ed etichettatura secondo i nuovi criteri CLP;
- informazioni sufficienti alla gestione dei rischi per le sostanze per cui non è richiesta una SDS;
- scenari di esposizione allegati alla SDS, qualora previsti.
Documentazione finale rilasciata: relazione di audit contenente le eventuali azioni correttive da mettere in atto, documentazione utilizzabile in caso di visita ispettiva.
Programma di formazione: tale attività riguarderà le principali novità introdotte dal regolamento che modifica l’Allegato II del REACH recante la modalità di redazione delle SDS, la procedura di controllo da parte degli organi preposti ed il regime sanzionatorio.

 

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Sei nella pagina: CONSULENZA REACH AUDIT REACH